Padova: taglio della COSAP e altre misure per sostenere le edicole

Decentrare nelle rivendite i servizi anagrafici e altre iniziative per sostenere la categoria sono previste dall’Amministrazione Comunale della città veneta.

“Con una Delibera approvata in Consiglio Comunale l’11 dicembre scorso, che prevede una riduzione del 20% della Cosap (Canone di occupazione del suolo pubblico) per i chioschi presenti sul territorio, la Giunta del Comune di Padova – su proposta dell’Assessore al Commercio e alle Attività Produttive Antonio Bressa – ha deciso di sostenere concretamente la categoria dei rivenditori di giornali per dare un segnale positivo a chi svolge quest’importante attività con un ruolo di presidio per il territorio – spiega il Vicepresidente Nazionale dello SNAG, Fabio Callegher -. Nella stessa Delibera per gli edicolanti è prevista, anche, un’esenzione fiscale, sempre a partire dal 1° gennaio 2019, per tende e tendoni con proiezione al suolo di superficie complessiva inferiore, o uguale, a 5 metri quadrati”.

Un risultato che è frutto di un lungo lavoro svolto sul territorio dallo SNAG. “A settembre scorso ho avuto un primo contatto con gli Amministratori Comunali di Padova – ricorda Callegher -. Il mese successivo ho coinvolto anche il Vicepresidente Nazionale SNAG, Andrea Innocenti, che, in quell’occasione, ha portato la sua testimonianza diretta del “Modello Firenze”: il primo Comune in Italia ad aver introdotto l’opportunità di richiedere certificati anagrafici in edicola con in cambio per i rivenditori di giornali un taglio della Cosap. Un’idea che è piaciuta agli Amministratori di Padova e da qui è partito l’iter burocratico concluso negli scorsi mesi con i primi risultati concreti per la categoria”.
Infatti l’Amministrazione Comunale di Padova, non appena il settore Anagrafe completerà la sua digitalizzazione, porterà i propri servizi sempre più vicino al cittadino attraverso la fruizione diretta nelle rivendite di giornali del rilascio di certificati.