Dichiarazione ISA 2019

Sono titolare di una rivendita esclusiva che oltre a quotidiani e periodici dedica una minima parte commerciale a giocattoli e cancelleria.
Sul nuovo modulo ISA (Indici Sintetici di Affidabilità) 2019, inserendo circa 82.000 euro di fornito e 75.000 euro di venduto (relativi all’anno 2018) risulterebbero 7.000 mila euro di ricavi. Inoltre ho circa 1.600 euro di ricavi derivanti dalla vendita di ulteriori prodotti extraeditoriali.
Inserisco nel modulo Am13u alla voce c01 che il 95% dei miei ricavi sono derivanti dalla vendita di giornali, il restante 5% dal resto.
Poi nel quadro F dove vanno le cifre, scrivendo le spese di 82.000 euro di giornali e incassi di 75.000 euro mi calcola automaticamente 7.000 euro di ricavo. Aggiungo 1.600 euro per le altre cose, calcolo l’ISA e mi dà un indice di 3,25 e devo fare un adeguamento di altri 8.000 euro circa. Perché? I numeri sono quasi come l’anno scorso.
Il commercialista dice che il nuovo ISA non considera nella somma i 7.000 euro di ricavo.

Siccome sono l’unica edicola che gestisce il mio commercialista, magari stiamo sbagliando qualcosa per inesperienza e non corretta informazione.
Come devo fare per sapere quali sono le tasse che deve pagare un’edicolante e in che misura? Vi ringrazio per l’attenzione.
Saluti.
S.R. – Provincia di Milano

Per la sua attività il quadro F del modello ISA/19 deve essere così compilato:

al rigo F 1 va indicato l’ammontare dei ricavi soggetti ad IVA;

al rigo F 15 vanno indicati gli acquisti di merce soggetta ad IVA;

al rigo F 8 vanno indicati le vendite dei prodotti editoriali;

al rigo F 11 vanno indicati gli acquisti dei prodotti editoriali.

Inoltre bisogna indicare con attenzione le rimanenze iniziali e finali dei prodotti soggetti ad IVA.

Riprovi a compilare il modello secondo le indicazioni sopra indicate e se gli acquisti dei prodotti Ivati non sono eccessivi rispetto alle vendite dichiarate, vedrà che anche il risultato sarà migliore.

Rivedendo con più attenzione i dati riportati nel Mod. G dell’unico PF, sulla base del reddito risultante potrà calcolare le imposte dovute che dovranno essere pagate.