Troppi periodici rispetto al mio fabbisogno

Posso richiedere l'adeguamento delle forniture

Salve,
avrei bisogno di un’informazione visto che direttamente dal mio Distributore Locale ho avuto risposte a parer mio vaghe e poco chiare. Ho un’edicola che è anche cartoleria, dove vendo giochi e sono Punto Sisal.

Vendo sia quotidiani che riviste e ho (per essere un piccolo paese) molta offerta per quanto riguarda la parte dei periodici. Ho comprato l’attività da un anno e sto notando che ci sono riviste che non vendo mai…

Voglio chiedervi: posso scegliere cosa ricevere facendo una selezione tra quanto vendo abitualmente? Posso, cioè, ridimensionare la mia offerta al pubblico per quanto riguarda i periodici? Anche perché vedo che non tutte le edicole sono cosi tanto fornite come la mia di questi prodotti editoriali.
Grazie mille per la risposta in merito.
E.P. – Provincia di Terni

La nuova normativa di Legge attribuisce all’edicolante il diritto di non accettare la consegna o rendere, senza alcuna limitazione temporale, le pubblicazioni in eccesso, quelle non regolari (prive anche solo della data di prima uscita, della periodicità, della data, del codice a barre stampato in posizione visibile sul prodotto editoriale e non su cartoni o cartoni allegati) e quelle che risultino già immesse sul mercato.

Nello specifico, fermi restando gli obblighi previsti per gli edicolanti, a garanzia del pluralismo informativo, il testo del Decreto Legislativo n. 170/2001 come modificato e integrato dall’Art. 64 bis della Legge n. 96/2017 e, prima ancora, dall’Art. 39 della Legge n. 27/2012, ha dato, per la prima volta, agli edicolanti, possibilità che vanno incontro alla soluzione dei problemi da lei evidenziati; in particolare l’Art. 5 (modalità di vendita) alla lettera d-septies prevede che: le imprese di distribuzione territoriale assicurano ai punti vendita forniture di quotidiani e di periodici adeguate, per tipologia e quantitativi, a soddisfare le esigenze dell’utenza del territorio; le pubblicazioni fornite in eccesso rispetto alle esigenze dell’utenza del territorio o quelle che non sono oggetto della parità di trattamento possono essere rifiutate ovvero restituite anticipatamente dagli edicolanti senza alcuna limitazione temporale.

Come vede, seguendo le regole sopra esposte, ci sono le possibilità per “pulire” la rivendita di tutti quei prodotti in esubero, non regolari, che sono stati già posti in commercio più volte e che non soddisfano le esigenze dell’utenza del territorio.