Venezia: ripescata l’edicola delle Zattere

Lo storico chiosco delle Zattere uno dei simboli dell’alluvione che ha colpito Venezia a metà novembre, è riemerso dalle acque sollevato da una gru, dopo essere stata imbragato dai sommozzatori dei Vigili del fuoco a 7 metri di profondità nel canale della Giudecca.

L’edicola era stata sradicata dal vento nella notte dell’acqua alta tra il 12 e 13 novembre e scomparsa in laguna. Era stata individuata dai sommozzatori dei Vigili del Fuoco davanti la Chiesa dei Gesuati e, seppur con qualche difficoltà per preservare l’integrità del chiosco, è stata ripescata lo scorso 6 dicembre.

Lo SNAG aveva manifestato immediatamente la propria solidarietà a tutti i cittadini di Venezia colpiti direttamente dal fenomeno dell’acqua alta ed in particolare ai rivenditori di giornali e riviste che avevano riportato gravi danni alle proprie strutture.

Lo SNAG aveva inoltre stanziato un contributo economico in favore dei colleghi edicolanti del Centro storico del capoluogo veneto per dare un segnale di aiuto concreto affinché potessero al più presto riprendere regolarmente la loro attività lavorativa.