Deposito per anticipo forniture

Vi pongo il seguente problema.
Il mio Distributore Locale, dopo essere subentrato al precedente, mi chiede un assegno per “anticipo forniture” rifacendosi al Contratto Nazionale.
Da quanto ho avuto modo di appurare la sua richiesta sarebbe legittima.
Potete darmi un parere in merito a questa situazione.
Grazie in anticipo.
F.P. – Frosinone

Gentile lettore,
lei non è tenuto a consegnare alcun assegno a titolo di “anticipo fatture” al Distributore Locale e, come lei ha ben scritto, la predetta richiesta è illegittima in quanto non trova alcun fondamento nell’Accordo Nazionale.

Colgo l’occasione per evidenziare che il Distributore Locale invoca l’Accordo Nazionale, fra l’altro in modo scorretto, a suo piacimento mentre lo disconosce (in virtù della revoca dell’adesione) ogni qualvolta la questione riguardi doveri posti a suo carico.

Per completezza, la informo che sul sito www.snagnazionale.it troverà la normativa dell’Accordo Nazionale che le suggerisco di visionare, in particolar modo l’articolo 10 ed altresì quella del D. Lgs. n. 170/01, poiché è molto importante che lei conosca quali sono i suoi diritti e quali invece i doveri del Distributore Locale.