Come un respiro

Ferzan Ozpetek, noto regista e sceneggiatore, dà vita a un intenso thriller dei sentimenti, che intreccia antiche e nuove verità trasportando il lettore dall’oggi alla fine degli anni Sessanta, da Roma a Istanbul, in un emozionante susseguirsi di colpi di scena, avanti e indietro nel tempo.

È una domenica mattina di fine giugno quando una sconosciuta si presenta alla porta di casa di Sergio e Giovanna. La donna si chiama Elsa Corti e dice di aver vissuto in quella casa molti anni prima e di volerla vedere un’ultima volta. Il suo sguardo sembra smarrito, come se cercasse qualcuno o qualcosa in particolare e porta con sé un fascio di vecchie lettere che nessuno ha mai letto e che custodiscono un terribile segreto. Riaffiora così un passato inconfessabile, capace di incrinare anche l’esistenza apparentemente tranquilla e quasi monotona di Sergio e Giovanna e dei loro amici, segnandoli per sempre.
Pagina dopo pagina, in questo libro emergono passioni che parevano sopite e che, una volta evocate, riprendono a divampare, costringendo ciascuno a fare i conti con i propri sentimenti, i dubbi, le bugie.

Mondadori
Pp. 168
Euro 17,00