Il senso della mia vita

L’ultimo commovente romanzo di Romain Gary, estremo omaggio alla grandezza e alla fragilità dell’amore, racchiude l’avventura esistenziale e letteraria di uno dei grandi scrittori del Novecento.

Questa conversazione, realizzata da Jean Faucher per Radio Canada nel 1980, pochi mesi prima che Gary ponesse fine alla sua vita, costituisce un documento indispensabile per tutti coloro che amano la figura e l’opera dell’autore della Vita davanti a sé. “Penso di non avere abbastanza vita davanti a me per scrivere un’altra autobiografia”: lo scrittore francese non soltanto rivolge a Faucher osservazioni che, come questa, stringono il cuore, ma rivela ambizioni, speranze, successi e umiliazioni che hanno caratterizzato la sua esistenza. Rivelazioni condotte, naturalmente, alla sua maniera, con una spontanea mescolanza di struggenti confessioni – come quella che concerne le ragioni del divorzio da Jean Seberg – e di gustosi aneddoti sulla sua giovinezza, trascorsa peregrinando in paesi diversi (Russia, Polonia, Lituania) fino ad approdare alla terra promessa, la Francia. Una vita movimentata e pittoresca, degna del più stravagante dei romanzi.

Neri Pozza
Pp. 112
Euro 13,00