Piemonte: lo SNAG chiede di inserire le edicole fra i destinatari dei contributi regionali

Il 4 maggio scorso è stato approvato dalla Giunta regionale il disegno di Legge “RipartiPiemonte”, che prevede misure economiche per la Regione per 808 milioni di euro. Lo SNAG chiede sostegno anche per gli edicolanti.

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e la Giunta hanno presentato un piano denominato “Interventi di sostegno finanziario e semplificazione per contrastare l’emergenza Covid 19”, suddiviso tra provvedimenti finanziari, con la copertura delle misure di incentivi economici, e provvedimenti di semplificazione, ovvero lo stop a tutte le procedure “a portata della Regione”.

Appreso di quest’iniziativa della Regione Piemonte per finanziare le imprese locali, il Vicepresidente Nazionale SNAG per l’Area Nord Ovest, Carlo Monguzzi, ha chiesto che ai finanziamenti possano accedere anche i rivenditori di giornali. “Ho dato seguito a un primo colloquio telefonico con la segretaria del Governatore piemontese, presentando una richiesta ufficiale a nome dello SNAG e per la nostra categoria – spiega Monguzzi – inviata al Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e agli assessori Vittoria Poggio (Cultura, Turismo e Commercio) e Andrea Tronzano (Industria, Artigianato, Imprese cooperative e attività estrattive). Ho ricordato agli amministratori regionali piemontesi il nostro ruolo Sindacale, nazionale e sul territorio, a tutela delle edicole e ho avanzato, a nome della categoria, la richiesta di inserire tra i destinatari dei finanziamenti anche gli edicolanti piemontesi”.

Una richiesta che è stata sostenuta dallo SNAG anche in ragione del ruolo importante svolto sul territorio dalla categoria durante questo periodo di grande emergenza nazionale. “Sin dai primi momenti, dal Dpcm 11 marzo 2020, i rivenditori di giornali si sono messi a disposizione svolgendo quotidianamente in tutta Italia un servizio per garantire il diritto all’informazione alla cittadinanza, ovviamente anche in Piemonte – ha ricordato il Vicepresidente SNAG dell’Area Nord Ovest –, affrontando i pericoli e i rischi legati alla difficile situazione sanitaria. Ho quindi ringraziato la Regione per la distribuzione delle mascherine che, pur con molte difficoltà, hanno raggiunto anche gli edicolanti piemontesi, e ho ribadito il ruolo svolto da tanti rivenditori di giornali ricordato anche dal sottosegretario all’Editoria, Andrea Martella – nonostante incassi ben al di sotto della loro normale attività lavorativa. Per questo ho richiesto al Presidente e ai componenti della Giunta regionale del Piemonte di inserire gli edicolanti tra gli aventi diritto ai finanziamenti del “RipartiPiemonte”, in qualità d’Imprese Commerciali”.