Le due torri

Il secondo volume della trilogia Il Signore degli Anelli, che ha segnato la letteratura del ventesimo secolo, potrebbe essere il miglior compagno d’avventura in questi tempi in cui la mobilità non è cosa scontata. Un viaggio incredibile che solo J.R.R. Tolkien poteva immaginare.

Le due torri, infatti, mostra tutta l’abilità narrativa di Tolkien, che dalle bucoliche atmosfere della Contea ci conduce fino a uno degli scontri più epici mai raccontati, la Battaglia del Fosso di Helm. Ne Le due torri la Compagnia si sgretola. Merry e Pippin sono fatti prigionieri dalle forze del Male, ma riescono a fuggire e trovano soccorso tra gli Ent, esseri giganteschi, mezzi alberi e mezzi umani, con i quali si lanceranno all’attacco della torre di Saruman. Aragorn, Legolas e Gimli stringono un’alleanza con i guerrieri di Rohan, un popolo fiero e luminoso come l’argento di cui si veste, che per secoli ha resistito all’assalto delle tenebre. Nel frattempo Frodo e il devoto Sam continuano il loro faticoso viaggio verso il Monte Fato guidati da Gollum, l’antico possessore dell’Anello Unico. Ma spaventose creature li attendono e il loro cammino si interrompe tragicamente ancora una volta.

A luglio è prevista la pubblicazione del terzo capitolo de Il Signore degli Anelli, Il ritorno del Re.

Bompiani
Pp. 594
Euro 24,00