Lecce: cancellati i canoni patrimoniali ricognitori e non

Il Consiglio Comunale di Lecce ha approvato, lo scorso 20 febbraio, la delibera con la quale è stato revocato il regolamento per l’applicazione dei canoni patrimoniali, ricognitori e non ricognitori.
Una decisione da parte dell’amministrazione comunale che di fatto cancella quanto introdotto a Lecce nel 2012, in quanto un doppione della tassa per l’occupazione del suolo pubblico (Tosap).

Il Presidente dello SNAG Lecce, e nuovo componente dal 15 giugno del Consiglio Nazionale, Alberto Ciardo

“È il risultato ottenuto dal lavoro avviato da più di un anno dallo SNAG a Lecce attraverso il dialogo con il Comune – spiega il Presidente dello SNAG Provinciale di Lecce, e nuovo componente del Consiglio Nazionale, Alberto Ciardo –. Attraverso un percorso sindacale, insieme al componente di Giunta Nazionale, Antonio Losapio, abbiamo evidenziato le criticità di questo regolamento. Criticità e incongruenze che riguardavano sia l’imposizione sia l’applicazione della sanzione prevista dal Comune in caso di omesso pagamento del canone. Un primo risultato raggiunto dallo SNAG di Lecce, infatti, è stato quello di aver ottenuto, con una delibera di Giunta dello scorso 30 gennaio, l’applicazione più favorevole per il contribuente per quanto riguardava le sanzioni amministrative per il mancato pagamento. Prevista prima in 100 euro fisse e ora, se più favorevole, del solo 30% sul dovuto – continua il Presidente dello SNAG Lecce –. Il secondo risultato contemporaneamente raggiunto è stata la cancellazione del doppio balzello (canone ricognitorio e non) che si sommava al pagamento della tassa di occupazione di spazi ed aree pubbliche. Con orgoglio possiamo affermare, non solo di aver ridotto i costi fissi di un’edicola, ma anche di aver ottenuto la possibilità di sanare, in forma collettiva, e alle migliori condizioni, le pregresse morosità collegate al mancato pagamento del canone in oggetto”.

Un punto di partenza nell’ambito della difesa dei diritti dei rivenditori di giornali a Lecce. “Sicuramente il confronto iniziato su questi problemi di canoni nell’ottobre scorso, trasformatosi in rapporto diretto con l’assessore ai tributi del Comune di Lecce, Christian Gnoni, ci ha dato modo di confrontarci su questo tema e su dialoghi per future collaborazioni con le edicole – sottolinea il componente di Giunta Nazionale, Antonio Losapio (nella foto a destra) –. Quanto approvato tra gennaio e febbraio dal Comune di Lecce, è poi diventato ufficiale qualche mese dopo a causa dell’emergenza Covid-19 che ha rallentato la burocrazia – spiega Losapio –. Ora, come capofila in un progetto di digitalizzazione, il Comune di Lecce è nostro interlocutore per avviare un ampliamento di servizi in edicola, da quelli anagrafici ai pagamenti di bollettini per multe etc. Valorizzare il servizio pubblico e di interesse generale svolto dalle edicole è per noi fondamentale per creare ulteriori opportunità per i nostri colleghi, sviluppando il percorso anche con altre amministrazioni locali a livello provinciale”.

Per informazioni:
SNAG Provinciale di Lecce
c/o Edicola Piazza Cardinale G. Panico
73039 Tricase (Lecce)
Cell. 338/1772017
E-mail: albertociardosnaglecce@gmail.com