Venezia e Verona: 50 mila mascherine fornite dallo SNAG agli edicolanti

Nella foto nella sede della Protezione Civile di Venezia da sinistra il Vicepresidente SNAG Nazionale Fabio Callegher, il Presidente SNAG Provinciale di Venezia Nicola Vanuzzo e il funzionario della Confcomercio locale Piepaolo Dall'Agnola

È continuata in Veneto la distribuzione gratuita di materiale sanitario attraverso la collaborazione con la Protezione Civile, i Distributori Locali e la Confcommercio.

Nelle province di Venezia e Verona quasi 50 mila mascherine antibatteriche monouso sono state consegnate ai tanti rivenditori rimasti in prima linea.

VERONA

Per aver assicurato il diritto all’informazione a tanti abitanti della provincia di Verona lo SNAG, con il suo Vicepresidente Nazionale Fabio Callegher, referente per l’Area Nord Est, e il Presidente Provinciale di Verona Gianmarco Caluzzi (nella foto a sinistra), hanno voluto dare un segnale concreto alla categoria con le mascherine consegnate tramite il Distributore Locale Rebecchi srl. “Volevamo garantire che tanti edicolanti le avessero dovendo lavorare quotidianamente a contatto con il pubblico e per questo ho contattato la Protezione Civile di Verona”, spiega Gianmarco Caluzzi. La risposta è stata di 500 kit da 50 mascherine ciascuno per un totale di 25.000 pezzi consegnati direttamente nelle edicole dalla Rebecchi, il Distributore Locale per l’area veronese.

Un omaggio gradito dai giornalai scaligeri. “Tanti colleghi hanno svolto un grande servizio essenziale per la popolazione e continuano a farlo con grandi sacrifici e meritavano un riconoscimento concreto ed è quello che come SNAG – spiega il Vicepresidente Nazionale Fabio Callegher – abbiamo voluto fare anche per la Provincia di Verona, dopo averlo fatto precedentemente anche a Belluno e Vicenza. Sempre supportati dalla locale Confcommercio, a cui va un mio sentito ringraziamento, e anche in questo caso indistintamente non solo ai nostri associati SNAG ma a tutti gli edicolanti che operano quotidianamente al servizio del pubblico”.

VENEZIA

Dopo Verona, sempre nelle prime settimane di giugno, lo SNAG ha anche operato nell’area distributiva di Venezia con la fattiva collaborazione della Di-Spe. Altre 20 mila mascherine monouso protettive sono state consegnate in collaborazione con la Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia.

“La protezione degli operatori, l’igiene e le distanze sono tra le misure da rispettare sempre, anche secondo le linee guida della Conferenza delle Regioni – sottolinea il Presidente dello SNAG Provinciale di Venezia Nicola Vanuzzo, che ha coordinato insieme al Vicepresidente Nazionale Fabio Callegher l’operazione distributiva in quest’area del Veneto –. Mai come ora le edicole sono sempre più un luogo in cui andare a comprare giornali e riviste, anche chi le sfogliava nei bar o nei locali pubblici, e ora non può più farlo secondo le nuove normative previste dal Governo, per leggere le notizie deve riavvicinarsi al punto vendita”.

Parole di ringraziamento sono arrivate dal Presidente della Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia, Massimo Zanon: “Grazie allo SNAG, alla Protezione Civile e alla Città Metropolitana di Venezia le edicole, rimaste aperte sempre, da mattina a sera, anche in questi mesi d’emergenza e anche nei centri più piccoli hanno rappresentato, ruolo che da sempre svolgono, un presidio prezioso d’informazione, sicurezza e relazioni sociali”.