Anche a Milano certificati anagrafici in edicola

Si allarga il numero delle edicole che distribuisce certificati anagrafici nel capoluogo lombardo. Dopo le prime 15 rivendite di giornali, in cui il servizio è diventato operativo a metà maggio, altre 20 sono pronte ad essere abilitate.

A Milano dunque è sempre più facile per i cittadini ottenere certificati anagrafici – di nascita, residenza, cittadinanza, stato di famiglia, matrimonio etc. – rivolgendosi direttamente alla loro edicola di fiducia e senza fare code negli uffici comunali. Questo grazie alla convenzione tra il Comune di Milano e lo SNAG Provinciale di Milano.
“Sono questi i primi “sportelli di quartiere”, punti di prossimità importantissimi soprattutto in un momento così delicato, che verranno estesi a tutte le aree della città e consentiranno al cittadino di incontrare l’Amministrazione comunale proprio sotto casa”, ha commentato l’assessore alla Trasformazione digitale e Servizi Civici, Roberta Cocco.

“Tra gli obbiettivi, è primaria la volontà a rimodulare completamente il percepito delle edicole da parte del cliente e delle imprese per rendere ancora più produttivi gli oltre 900 punti di servizio che la rete delle rivendite può mediamente vantare sul territorio – spiega Alessandro Rosa, presidente dello SNAG Provinciale di Milano –. Bisogna avere fiducia nel cambiamento per trasformarci da edicolanti a piccole e medie imprese (pmi). La risposta a questa nuova offerta di certificati anagrafici in edicola è stata subito positiva da parte dei cittadini milanesi. Soddisfatti anche i rivenditori. A loro vengono riconosciuti 2 euro per ogni documento rilasciato e i numeri sono in continua crescita in queste prime settimane da quando è partita l’iniziativa”.

Non solo certificati anagrafici. Nel capoluogo lombardo le rivendite di giornali sono sempre più digitali e offrono altri importanti servizi. Le edicole di Milano con il protocollo Edicole “INFOMI” oggi si presentano a cittadini e turisti con un circuito di 150 touchpoint-DIGICITY interattivi. Un progetto studiato tra l’Amministrazione comunale di Milano e le edicole per rinnovare il settore e la comunicazione in città anche in favore del turista.
”Grazie ai monitor di Rotopubblicità si possono generare nuove modalità di contatto incontrando le diverse necessità di un consumatore sempre più attento e sempre più di corsa” conclude Rosa.