De Benedetti torna in campo con Domani, “giornale figlio del Covid”

Dopo La Repubblica, Carlo De Benedetti punta forte su Domani, il quotidiano che ha debuttato in edicola lo scorso 15 settembre al prezzo di 1 euro. La direzione del quotidiano, stampato e distribuito dal gruppo RCS di Urbano Cairo, è affidata a Stefano Feltri, ex-vicedirettore del Fatto Quotidiano.

“Un giornale figlio del Covid – ammette lo stesso Feltri – che è stato progettato e costruito in modo diverso, con riunioni via Zoom e anche con priorità diverse”. L’obiettivo principale, non facile da raggiungere, è quello di conquistare anche i giovani lettori, con un giusto mix tra carta stampata e notizie sul digitale. “È una fase in generale sicuramente difficile, ma c’è anche una grande domanda di informazione. L’idea è quella di fare della pandemia un punto di ripartenza”, auspica il direttore.

La linea editoriale, anticipata da De Benedetti, è estremamente chiara e coincisa: “Una linea liberale e democratica, con particolare attenzione alle disuguaglianze sociali”.