A Firenze si ritirano in edicola le vetrofanie per i parcheggi sulle strisce blu

Dal 2 novembre scorso i cittadini residenti a Firenze possono ritirare le vetrofanie per parcheggiare sulle strisce blu delle cinque aree Zcs (zone a sosta controllata) attraverso le edicole, già operative da tempo per i certificati online rilasciati per conto dell’Amministrazione comunale.

La procedura per richiedere le vetrofanie da applicare sulle proprie automobili è solo online, attraverso la piattaforma SAS (Servizi alla strada), la società partecipata dal Comune. Il cittadino, dopo aver effettuato la registrazione alla piattaforma SAS all’indirizzo servizionline.serviziallastrada.it, dovrà cliccare sul link Vetrofania. A quel punto vanno inseriti, quindi, i dati richiesti, tra i quali l’edicola in cui ritirare il bollino, e procedere al versamento del contribuito previsto di 10 euro tramite carta di credito. Completato l’acquisto il cittadino riceverà una email di conferma con l’indicazione della data a partire dalla quale potrà ritirare la vetrofania presso l’edicola prescelta.

“Con la stampa del cedolino ricevuto online dal Comune i richiedenti avranno 30 giorni di tempo per ritirare la vetrofania di parcheggio presso le edicole convenzionate, pagando al rivenditore 2 euro per il servizio offerto – spiega il Vicepresidente Nazionale e Presidente dello SNAG di Firenze Cesare Magnani –. La vetrofania consentirà ai residenti di sostare nei posti promiscui di tutte le Zcs, anche diverse da quella di residenza, e sarà valida fino al 31 dicembre 2021, data indicata come termine della sperimentazione con possibilità di proroga del provvedimento. Complessivamente sono 34 le edicole in tutta la città di Firenze operative con questo servizio. Riteniamo di aver fatto un’altra operazione a vantaggio dei nostri iscritti e di tutta la categoria. Nell’ambito di quest’operazione il Comune, riconoscendo il ruolo di pubblica utilità che svolgiamo sul territorio, ha contestualmente aumentato il compenso per l’emissione dei certificati anagrafici in edicola portandolo, come per le vetrofanie, a un riconoscimento di 2 euro per ogni operazione effettuata”.

Nel frattempo sono stati consegnati ai rivenditori di giornali della Toscana anche i compensi previsti dall’Accordo sottoscritto con la Regione per la distribuzione in edicola di mascherine chirurgiche nella prima fase di emergenza Covid-19. Un altro impegno immediatamente svolto sul territorio da tanti edicolanti rimasti aperti nel periodo di lockdown, in questo caso di solidarietà e aiuto alla popolazione, e che a fronte di 32.154.340 mascherine consegnate ai cittadini ha visto il riconoscimento complessivo agli edicolanti della Toscana di 160.771,70 euro.