Cashback: cos’è e come funziona

Il meccanismo del cashback è stato istituito dall’art. 1 co. 288 – 290 della L. 160/2019, al fine di incentivare l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici. Ed è partito con una fase sperimentale dall’8 al 31 dicembre scorso.

La norma prevede che le persone fisiche maggiorenni residenti in Italia, le quali, al di fuori dell’esercizio d’impresa, arte o professione, effettuano abitualmente acquisti come privati consumatori con strumenti di pagamento elettronici presso soggetti che svolgono attività di vendita di beni e servizi, hanno diritto a un rimborso in denaro alle condizioni stabilite dalle relative disposizioni attuative, approvate con il DM 156/2020 (in vigore dal 28.11.2020).

Numero minimo di operazioni

Nel corso di tale fase sperimentale, il rimborso è stato riconosciuto agli aderenti che, nel periodo indivi­duato, hanno effettuato un numero minimo di 10 transazioni mediante strumenti di paga­men­to elettronici.

Quantificazione del rimborso

Il rimborso è stato attribuito in misura pari al 10% dell’importo di ogni transazione, tenendo con­to delle transazioni fino ad un valore massimo di 150,00 euro per singola transazione.

Le transazioni di importo superiore concorrevano fino all’importo di 150,00 euro.

La quantificazione del rimborso, per la fase sperimentale, è stata determinata su un valore complessivo delle transazioni effettuate non superiore a 1.500,00 euro.

Termine di erogazione del rimborso

Il rimborso sarà erogato nel mese di febbraio 2021.

MODALITÀ DI ADESIONE

L’adesione al programma è avvenuta su base volontaria. Operativamente, i soggetti interes­sati erano tenuti a:

  • utilizzare la “App IO” o gli altri sistemi messi a disposizione dagli “issuer conven­zionati”;
  • registrare sulla app o su tali sistemi il proprio codice fiscale e gli estremi identi­ficativi di uno o più strumenti di pagamento elettronici di cui intendono avvalersi per effettuare i pagamenti (purché i medesimi siano utilizzati solamente per acqui­sti estranei all’attività d’impresa, arte o professione).

La partecipazione al programma ha avuto inizio con l’effettuazione della prima transazione tramite lo strumento di pagamento elettronico registrato.

ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA DAL 2021

Dal 1° gennaio 2021 è partito poi il cashback vero e proprio ed il programma sarà applicato su base semestrale, per i se­guenti periodi:

  • dall’1.1.2021 al 30.6.2021;
  • dall’1.7.2021 al 31.12.2021;
  • dall’1.1.2022 al 30.6.2022.

Numero minimo di operazioni

Per ciascuno dei periodi individuati, accedono al rimborso esclusivamente gli aderenti che abbiano effettuato mediante strumenti elettronici un numero minimo di 50 transa­zio­ni.

Quantificazione del rimborso

Il rimborso è attribuito in misura pari al 10% dell’importo di ogni transazione, tenendo conto delle transazioni fino ad un valore massimo di 150,00 euro per singola transa­zio­ne.

Le transazioni di importo superiore a 150,00 euro concorrono fino all’importo di 150,00 euro.

La quantificazione del rimborso è determinata su un valore complessivo delle transa­zio­ni effettuate in ogni caso non superiore a 1.500,00 euro in ciascuno dei periodi se­mestrali individuati.

Termine di erogazione del rimborso

Il rimborso è erogato entro 60 giorni dal termine di ciascun periodo semestrale.

Super-cashback

Il programma prevede, poi, un rimborso speciale (cd. “super-cashback”) pari a 1.500,00 euro per i primi 100.000 aderenti che, in ciascuno dei periodi semestrali indi­viduati, ab­biano totalizzato il maggior numero di transazioni regolate con strumenti di pagamento elettronici.

A parità di transazioni effettuate è collocato prioritariamente nella graduatoria l’ade­ren­te che ha effettuato l’ultima transazione in un momento anteriore.

Al termine di ogni periodo, il conteggio del numero di transazioni regolate con strumenti di pagamento elettronici parte da zero per ognuno degli aderenti.

Il rimborso speciale è erogato entro 60 giorni dal termine di ciascun periodo seme­strale.

Modalità di attribuzione del rimborso

I rimborsi sono erogati tramite il codice IBAN indicato dall’aderente al momento dell’ade­­sione al programma o in un momento successivo.

Non è previsto il coinvolgimento degli esercenti.

Per qualsiasi informazione e ulteriori chiarimenti al riguardo, e per entrare nel merito della propria singola situazione, vi consigliamo di rivolgervi al proprio Commercialista.