Una famiglia, tre edicole. Ognuna con la propria specificità

Con tre edicole che sono il filo conduttore di altrettante rivendite, ognuna con tante altre opportunità commerciali e di servizi a supporto di quella di giornali e periodici, il progetto nel bellunese di Cartolandia, realizzato da Ennio Dall’Olio e dal figlio Federico, è un esempio concreto di come il settore possa ancora regalare soddisfazioni e avere futuro.

“Un’attività partita da me nel 1994, quando subentrai a mia suocera che aveva un’attività a Santa Giustina (Belluno) e dove ho subito inserito la vendita di giornali – racconta la sua storia “tra la carta” Ennio Dall’Olio, associato SNAG –. In questa realtà oltre al settore edicola ho anche quelli di libreria, cartoleria e altri servizi. Nel 2000 ho rilevato, poi, un secondo negozio, sempre a Santa Giustina, ma in via Feltre, in cui ho aggiunto anche la vendita di tabacchi. Nel 2013 è arrivata la terza acquisizione di famiglia, a Sedico, in quello che abbiamo chiamato Cartolandia Comics & Games e dove mio figlio Federico, oltre all’edicola, ha puntato tanto sui fumetti e i giochi da tavolo. Un settore che lui conosceva in maniera approfondita e ha sviluppato molto bene in questi 7 anni. Un progetto complessivo che vede l’edicola parte comune a tutti i tre negozi, sebbene poi diversificati per altri servizi e tipologie di prodotti. E nell’era dello sviluppo del digitale, comunque i nostri clienti continuano ad apprezzare il cartaceo, dai giornali ai libri, a tutto quanto si può acquistare fisicamente presso i nostri punti vendita”.

Ne è derivato un business crescente nei numeri e anche nel personale. “Oltre a noi due soci, padre e figlio, abbiamo sei persone che lavorano al nostro fianco nei tre punti vendita – spiega Ennio Dall’Olio –. Complessivamente siamo in otto. L’entusiasmo non ci manca, come dimostra l’esserci trasferiti lo scorso maggio, in piena prima emergenza Covid, nel nuovo locale di via Roma a Santa Giustina, a un centinaio di metri da dove operavamo precedentemente, allargandoci di metrature con una ben fornita libreria. Un’iniziativa che è stata apprezzata dal pubblico dei nostri clienti. La speranza è, anche, di poter organizzare eventi culturali nei prossimi mesi, appena si supererà questo difficile periodo”.

Coraggio, imprenditorialità, ma anche fedeltà al cartaceo sono il bel segnale che arriva dalla famiglia Dall’Olio. Una storia che incoraggia anche chi in momenti di difficoltà, come quelli di questi mesi, fatica a pensare in positivo in un settore da anni in crisi come quello dei giornali e dei libri.