Una vita degna di essere vissuta

La psicologa di fama mondiale Marsha Linhean si mette a nudo, rivelando la sua “discesa all’inferno” con la malattia mentale e poi la straordinaria ascesa nel lavoro di ricerca e a livello accademico.

Durante l’adolescenza, Marsha è entrata in una terribile spirare che l’ha portata a manifestare tendenze suicide. La tenacia non l’ha però mai abbandonata e, dopo alcuni anni particolarmente duri in un istituto psichiatrico, è riuscita ad iscriversi all’università specializzandosi in terapia comportamentale e dando avvio a una brillante carriera. È a lei che si deve infatti lo sviluppo della Dialectical Behavior Therapy, un approccio terapeutico che combina l’accettazione di sé con la capacità di innescare un cambiamento, divenuto fondamentale nella cura per il disturbo borderline della personalità. Quella di Marsha Linehan è una storia di fede e perseveranza, che dimostra come le tecniche della DBT possano contribuire per tutte le persone alla costruzione di “una vita degna di essere vissuta”.

Raffaello Cortina Editore
Pp. 414
Euro 24,00