Da aprile in provincia di Imperia cambio di distribuzione

Dal 1° aprile la Macri Distribuzione Stampa Spa è il nuovo Distributore Locale per la provincia di Imperia. Subentra all’Omnia Service S.r.l. di Sanremo. Tra le novità introdotte l’informatizzazione per la rete vendita.

Con l’acquisto del ramo d’azienda del precedente Distributore Locale Omnia, la Macri Distribuzione Stampa Spa, che ha sede a Cura Carpignano, alle porte di Pavia, ha acquisito 150 rivendite di giornali da rifornire quotidianamente con quotidiani e periodici. “Complessivamente, con queste nuove edicole la nostra azienda ne rifornisce 600 in tre regioni diverse: Lombardia, Piemonte e Liguria”, – spiega il direttore generale Ilaria Beccari che, con il marito e socio Cristiano Macri, guida la storica azienda di distribuzione giornali (la sua origine risale alla prima metà degli anni Sessanta, quando Carlo Zemide rilevò la società che si occupava della distribuzione e della consegna a sessanta edicole della città di Pavia e delle zone limitrofe.

“Oltre alla provincia di Pavia, ad eccezione delle zone di Vigevano e dintorni, distribuiamo nel Sud Milano (San Donato Milanese, Melegnano, Paullo, Peschiera Borromeo, San Colombano al Lambro e San Giuliano Milanese) e successivamente – precisa Ilaria Beccari – ci siamo allargati come mandato anche nell’area di Tortona, Casale Monferrato, Valenza e Novi Ligure, quindi a ridosso della Liguria. Territorio quest’ultimo dove ora entriamo, con la stessa modalità operativa adottata già nel Tortonese, in provincia di Imperia e in piena intesa con Editori e Distributori Nazionali”.

Una distribuzione da Pavia fino a questa parte di Liguria partita dal 1° aprile e che coinvolge le 150 rivendite presenti da San Bartolomeo a Mare fino a Ventimiglia. “Per i periodici cosiddetti “corti” la distribuzione parte dalla nostra sede di Cura Carpignano in modo che il giorno seguente il nostro giro porti i giornali nell’area di competenza.  I periodici da Pavia viaggiano verso l’area di Tortona e ora proseguono per quella di Imperia – spiega Ilaria Beccari –. Arrivano alle rivendite le tradizionali casse già pronte. Per i quotidiani e le “testate veloci” (i settimanali, ndr) tutto parte ovviamente la notte per arrivare di prima mattina nelle edicole. La funzionalità di questo sistema è la centralità del tutto: gestione, preparazione etc. partono dalla nostra sede di Pavia, dove abbiamo il nostro magazzino principale. Per l’area di Imperia il passaggio prevede per Omnia la chiusura dei suoi uffici di Sanremo, mentre noi operiamo con un magazzino ad Imperia che è aperto nelle ore notturne per la distribuzione alle 150 edicole che dal 1° aprile sono diventate di nostra competenza”.

Primo impatto? “Ci piace sottolineare la grande collaborazione della rete vendita sul territorio – sottolinea la direttrice generale della Macri Spa – e dobbiamo ringraziare questa fondamentale disponibilità riscontrata dagli edicolanti, come anche l’impegno dei nostri dipendenti e collaboratori che si sono prodigati per la parte organizzativa per cercare da subito di essere efficienti in questo cambiamento. Qualche piccola criticità iniziale è normale che ci sia stata, ma risolta quasi immediatamente. In due serate, con riunioni online, abbiamo incontrato gli edicolanti della provincia di Imperia, non potendo farlo in presenza vista l’emergenza sanitaria, come fatto in passato in altre piazze. Tra le novità abbiamo introdotto l’informatizzazione sulla rete vendita e anche qui il 70% delle rivendite ha subito aderito dimostrando di capire come questo strumento operativo gli consentirà di fare un ulteriore passo in avanti nel loro lavoro, sia nella programmazione che nella gestione del punto vendita”.

Una situazione che lo SNAG, come sempre avviene nei casi di cambio Distributore, sta monitorando, con un diretto rapporto con la Macri Distribuzione Stampa Spa, sia attraverso i suoi dirigenti nazionali come il vicepresidente dell’area Nord Ovest, Carlo Monguzzi, che quelli locali, in questo caso il presidente dello SNAG Provinciale di Imperia, Tatiana Locchi.

“Siamo all’inizio di questo cambiamento per la nostra area e la prima fase è stata quella consueta di subentro con il ritiro delle rese da parte del distributore uscente, l’Omnia Service S.r.l, e contemporaneamente le prime consegne da parte della Macri Spa – spiega il presidente SNAG di Imperia, Tatiana Locchi –. Situazione che sembrerebbe essere stata affrontata senza particolari problemi, se non qualche ritardo iniziale in alcune aree più lontane, ma anche questo fa parte di una taratura operativa che era normale ci fosse da parte del nuovo distributore. La principale novità è stata per noi l’introduzione dell’informatizzazione che sicuramente ci può aiutare a gestire meglio la contabilità in entrata e uscita. Inizialmente dobbiamo imparare a conoscere e a utilizzare il gestionale i2.0, visto che finora operavamo con le tradizionali bolle cartacee. Nelle prossime settimane, e in vista della stagione estiva per noi molto importante, potremo capire meglio come operare ed eventualmente quali osservazioni poter fare al Distributore Locale per, se necessario, migliorare il servizio a noi rivenditori del territorio”.