Richiesta costi non dovuti

Sono titolare da circa tre anni e mezzo di un’edicola nel Sud della Sardegna.
Il mio Distributore Locale mi chiede mensilmente il pagamento di una fattura con la dicitura “operazioni accessorie” con un importo che varia da 112 a 140 euro.
Ho provato per un mese a pagare solo l'estratto conto, escludendo il pagamento di queste spese accessorie e sono stata minacciata di interruzione della distribuzione dei giornali.
Volevo chiedere se il comportamento del Distributore Locale è corretto e in caso contrario come agire.
C.D. - Provincia di Cagliari

Il Comune chiede rinnovo e spostamento della mia edicola

Il Comune chiede rinnovo e spostamento della mia edicola

Ho un chiosco in una piazza e alla scadenza della concessione per l’occupazione del suolo pubblico il Comune pretende che la mia edicola venga rinnovata, secondo criteri di adeguamento al regolamento di arredo urbano, e spostata di pochi metri di distanza dall’attuale posizione dove è ubicato.Devo attenermi a quanto richiesto? Chiedo cortesemente delle informazioni a riguardo.
Grazie anticipatamente per la risposta.
V.S. - Provincia di Bari

Vogliamo diventare stagionali

Vogliamo diventare stagionali

La mia compagna è un’edicolante “esclusiva”. Da qualche mese abbiamo avuto una bambina e - per una lunga serie di ragioni (i guadagni invernali sono risibili, nel chiosco manca il riscaldamento e si trova in un punto vicino al mare, molto esposto al vento e dove spesso diventa impraticabile lavorare fuori stagione) - abbiamo pensato di stare aperti solo una parte dell’anno.
Pensiamo di farlo da aprile a settembre. In questo caso il Distributore Locale può rifiutarsi di rifornirci? O per farlo può costringerci al pagamento di spese? 
Grazie.
C.V. - Termoli (Campobasso)

Vado a prendermi i giornali dal corriere per evitare un disservizio ai miei clienti

Da 30 anni gestisco la mia edicola fornendo a domicilio nel mio paese i quotidiani ad esercizi commerciali, associazioni culturali etc. 
Da qualche anno la consegna dei giornali, per esigenza del Distributore Locale, che ha cambiato il suo giro distributivo, nella mia località avviene intorno alle 8/8,30 del mattino. Di conseguenza alcuni miei clienti si sono lamentanti e rischiavo di perderli.
Per ovviare a tale disagio, e consegnare in orario i giornali, mi sono organizzato per andare personalmente a ritirarli dall'autotrasportatore che opera per il Distributore, in un paese vicino al mio, a 6 km di distanza. Così facendo assicuro il servizio ai miei clienti all’orario consueto e poi apro la mia edicola.
Purtroppo, però, questo mio comportamento ha suscitato le lamentele di altri due edicolanti della mia zona che non lo trovavano corretto. Per questo si sono rivolti ripetutamente al nostro Distributore Locale, minacciandolo anche di farlo con gli Editori.
Nel frattempo il Distributore Locale, per cautelarsi, e in attesa di verifiche normative, non mi permette più di farlo.
Non credo di essere un privilegiato, ma anzi che ognuno sia libero di organizzare il lavoro come meglio crede. 
Volevo sapere se esiste una Legge che mi impedisca di farlo.
Cordiali saluti,
A.G. - Provincia di Enna

Rilevare un’edicola

Voglio rilevare un’edicola

Ho una cartoleria a 50 metri da un’edicola il cui proprietario sta per andare in pensione e ha deciso di vendere. Acquistandone la licenza vorrei portare la sua attività di vendita giornali all’interno del mio negozio.
L’agenzia di Distribuzione Locale della zona potrebbe crearmi problemi oppure è obbligata a consegnarmi quotidiani e periodici?
Chiedo questo perché sono in possesso di una licenza “non esclusiva” e il Distributore Locale, che precedentemente operava nel nostro territorio, non ci riforniva con la “scusa” di voler privilegiare le rivendite esclusive, perché le nostre attività avevano rese di pubblicazioni elevate.
Ringrazio anticipatamente per il chiarimento.
A.M. – Lecce

Concorrenza sleale o può farlo?

Volevo cortesemente sapere se il titolare di un’edicola vicina alla mia può portare e vendere i giornali in una cartoleria, sempre della zona e di sua proprietà.
Grazie.
A.C. - Pordenone

Orari turni e chiusure domenicali

Orari turni e chiusure domenicali

Buongiorno,
avrei intenzione di rilevare un’edicola nel mio paese. L’attuale titolare ha raggiunto l’età pensionabile e penserebbe di cedere l’attività.
Attualmente i suoi orari d’apertura sono dal martedì al sabato, dalle 5,15 alle 12,45 e dalle 15,30 alle 19,30, la domenica mattina, mentre il lunedì osserva il turno di chiusura.
Non si tratta di un’edicola esclusiva, vende tabacchi, gratta e vinci, etc., oltre che svolgere attività di cartolibreria.
Il mio pensiero sarebbe quello di mantenere gli stessi orari dell’attuale rivenditore, ma tenere aperto il lunedì pomeriggio e chiuso, invece, per riposo tutte le domeniche.
Il lunedì mattina garantirei, comunque, al Distributore Locale (l’Agenzia Chiminelli, ndr), mettendo un cassone fuori dal negozio, il ritiro dei giornali e la consegna delle rese.
Vorrei sapere da voi qual è l’iter da seguire per ottenere un esito positivo a questa mia proposta di turni e se la Legge me lo consente.
M.S. - Provincia di Treviso

Da 7 mesi sono senza un contratto con il distributore

Da 7 mesi sono senza un contratto con il Distributore

Buongiorno, da circa 7 mesi ho acquistato un’edicola e alcuni giorni prima di riaprirla (dopo una chiusura di circa 2 anni) sono andato dal Distributore Locale per concordare la prima fornitura e i suoi tempi di attuazione.
Ero completamente a digiuno delle procedure da seguire e dei contratti da stipulare e il Distributore mi ha parlato che avrei dovuto firmare un contratto per la fornitura delle pubblicazioni.
Ora mi chiedo: si può pretendere dal Distributore Locale un contratto regolare in cui siano indicate tutte le regole del nostro rapporto e formalizzarlo? Visto che fino ad oggi, dopo 7 mesi, non l’ha ancora fatto?
Grazie e cordiali saluti,
A.P. - Latina

Chiusura definitiva attività

Chiusura definitiva attività

Fra un mese intendo chiudere definitivamente la mia edicola.
Volevo sapere cosa devo fare burocraticamente sia per la licenza che nei confronti del Distributore Locale.
M.B. - Asti Gestisco l’unica edicola presente nel mio paese e, purtroppo, visti gli esigui guadagni rimasti a noi rivenditori sto pensando di chiudere l’attività.
Come devo comportarmi per farlo? C’è una modulistica da compilare e trasmettere con Raccomandata con ricevuta di ritorno al mio Distributore Locale?
Con quanto tempo di preavviso sulla chiusura dovrei farlo affinché il Distributore possa richiedermi la resa di tutte le pubblicazioni presenti in edicola?
Devo anticipare anche al Comune la chiusura della mia attività commerciale?
Grazie anticipatamente,
C.B - Castelvecchio Subequo (L’Aquila)

Chiusura per ferie

Chiusura per ferie

Mia moglie è titolare di un’edicola, l’unico punto vendita in un paesino di circa 4mila abitanti.
Vorrei sapere se è possibile chiudere per ferie e quali sono le modalità per farlo.
Vi pongo questa domanda perché il nostro Distributore Locale ci ha risposto che, essendo l’unica edicola del paese, non possiamo chiudere per ferie nemmeno un giorno. È lecita questa sua imposizione?
C.L. – Provincia di Matera

IN PRIMO PIANO

I Distributori Locali violano la Legge ma gli Editori non intervengono

Da più di un anno lo SNAG sta monitorando la situazione in Sardegna dove il Distributore Locale, ADG Sarda srl, fa pagare ai rivenditori (in particolare quelli che subentrano) spese “accessorie” (per presunti servizi non previsti dall’Accordo Nazionale) e vietate dalla nuova normativa di legge (D. Lgs. n. 170/01) anche mediante l’imposizione di contratti.

Ferie: diritto dell’edicolante

In piena stagione estiva ricordiamo che nessun Distributore Locale può imporre ai rivenditori da lui serviti turni di chiusura o condizionarli nella scelta.

Convenzione esclusiva Intesa Sanpaolo-SNAG

Al termine di un intenso lavoro di incontri ed approfondimenti lo SNAG ed il gruppo INTESA SANPAOLO S.p.A. hanno stipulato una “CONVENZIONE” per l’offerta da parte della Banca di prodotti e servizi, a condizioni agevolate, a favore esclusivamente degli associati SNAG.

ULTIMI ARTICOLI

I Distributori Locali violano la Legge ma gli Editori non intervengono

Da più di un anno lo SNAG sta monitorando la situazione in Sardegna dove il Distributore Locale, ADG Sarda srl, fa pagare ai rivenditori (in particolare quelli che subentrano) spese “accessorie” (per presunti servizi non previsti dall’Accordo Nazionale) e vietate dalla nuova normativa di legge (D. Lgs. n. 170/01) anche mediante l’imposizione di contratti.

Sostegno pubblico all’Editoria: Italia agli ultimi posti in Europa

Sono i Paesi del Nord Europa quelli in cui si erogano più contributi al settore.

Ferie: diritto dell’edicolante

In piena stagione estiva ricordiamo che nessun Distributore Locale può imporre ai rivenditori da lui serviti turni di chiusura o condizionarli nella scelta.