Consegne a domicilio da parte di un collega di un altro Comune

Buongiorno,
ho un'edicola in un Comune di circa 5.000 abitanti e un edicolante del Comune limitrofo viene a fare le consegne al mattino ad alcuni bar e attività nel territorio comunale dove opero.
Quindi svolge attività di vendita di giornali in Comune dove non ha l'autorizzazione per farlo.
Secondo quanto mi risulta la Legge in merito è chiara: la vendita dei giornali, anche in forma ambulante e a domicilio, può essere svolta solo nell'ambito del Comune dove si ha l'autorizzazione.
Vi chiedo un parere ed eventualmente come comportarmi e segnalare la vicenda alle autorità competenti?
Grazie anticipatamente.
A.P. – Provincia di Teramo

Spese per ritardo pagamento e oneri finanziari non specificati

Buongiorno,
il mio Distributore Locale mi addebita oneri per tardivo pagamento per un totale di 20 euro per un solo giorno di ritardo di emissione dell’assegno. Può farlo?
E in più l’altro Distributore che mi fornisce, mi addebita 2,70 euro in ogni estratto conto con la dicitura oneri finanziari per spese non specificate.

Grazie in anticipo.
A.R Nuoro

Trasferimento edicola

Salve,
sono titolare di una rivendita esclusiva situata in un locale commerciale, non su suolo pubblico.
Vorrei trasferirla dall’attuale zona periferica a uno più centrale del Comune dove opero e dove non ci sono nelle vicinanze altre edicole.
Per farlo ho contatto il mio Distributore Locale che mi ha dato parere favorevole, ma in Comune mi dicono che difficilmente a una rivendita esclusiva verrà concessa l’autorizzazione al trasferimento.
Avrei bisogno del parere di un esperto per capire se in base alla Legge in vigore il Comune può opporsi alla mia richiesta e, nel caso, come comportarmi.
Grazie.
M.P. – Provincia Sud Sardegna (ex Carbonia-Iglesias)

Spostamento licenza tra Comuni diversi

Buongiorno,
da 11 anni ho la licenza di un’edicola. Vorrei sapere se questa licenza si può spostare dal Comune dove attualmente opero ad un Comune adiacente al mio.
E nel caso cosa dovrei fare per attuare questo spostamento?
Grazie mille.
F.B. – Montemarciano (Ancona)

Vendita prodotti Panini in cartoleria

Vorrei un chiarimento in merito all’attività di una cartoleria che dista 80 metri dal mio punto vendita che vende prodotti della Panini, figurine etc.
È autorizzata a farlo? Non penso.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta.
E.T. – Cantù (Como)

Quasi 200 bar serviti a domicilio dallo stesso edicolante

Buongiorno, sono un’edicolante di Latina.
Vi segnalo quanto sta accadendo perché lo ritengo una concorrenza sleale da parte di un collega che si è inventato un metodo per sottrarre clienti a tutti noi altri rivenditori di giornali.

Sono mesi (se non anni) che quest’edicolante di Latina ha contattato dei bar (si dice che ne abbia ora come clienti quasi 200) offrendo loro un servizio a domicilio di consegna dei quotidiani.
Prima di iniziare qualsiasi azione nei suoi confronti, vorrei sapere se il suo comportamento è corretto o viola delle Leggi. 
Il Distributore Locale fa finta di niente, anche se non riesce a capire che aiutando quest’edicolante rischia di far chiudere anche quelle poche altre edicole rimaste aperte e da lui servite.
La ringrazio anticipatamente e la saluto cordialmente.
A.P. – Latina

Sospensione licenza in attesa di vendita

Buongiorno,
volevo sapere se, per motivi personali, è possibile richiedere al Comune per un anno la sospensione dell’attività.  Tra l’altro sono titolare dell′unica edicola del paese dove vivo e l’ho regolarmente acquistata, come anche il negozio dove opero, dal precedente proprietario. Decenni fa il Comune rilasciò la suddetta licenza come punto vendita esclusivo, ma nessuno è intenzionato a rilevare insieme sia licenza che negozio. Eventualmente gli unici interessati alla licenza sono i titolari di due bar, che quindi vorrebbero farlo in qualità di punto vendita non esclusivo.

Potrei vendere a uno di loro la mia licenza? Mi dicono che potrei, ma presentando una SCIA in Comune modificarla da punto vendita esclusivo a non esclusivo?
Se mi rilasciasse, invece, una sospensione temporanea, in attesa della vendita potrebbe il Comune rilasciarne un’altra per non lasciare scoperta la “piazza”?
Il punto vendita di giornali più vicino al mio paese è a 5 km di distanza, è un “non esclusivo” in un piccolo negozio di alimentari.
Grazie.
B.B. – Tuoro sul Trasimento (Perugia)

Mancanze e verifiche negate dal Distributore Locale

Salve,
il mio Distributore Locale non accredita le mancanze regolarmente segnalate, per le verifiche parte sempre dal presupposto che l'errore sia da parte nostra. Negandolo, insomma, esercita un potere unilaterale. Se si detraggono gli addebiti non corretti dall’estratto conto, minaccia il blocco della fornitura dal giorno successivo.
Tra l’altro vengono addebitate in bolla di consegna pubblicazioni prive di sottotitolo che di argomento e la resa diventa sempre più difficile.
È un comportamento lecito?
Come posso fare per tutelarmi contro il suo operato?
R.M. – Taranto

Cessione licenza

Ci siamo rivolti al Comune in cui operiamo in previsione di una cessione della nostra rivendita che si trova su suolo pubblico.
Alle nostre domande su come comportarci per l’eventuale vendita abbiamo ricevuto le seguenti risposte:

  • in caso di cessione di attività dobbiamo riconsegnare la licenza e liberare il suolo pubblico in cui operiamo;
  • lo spazio, sul quale oggi è presente la nostra edicola, sarà disponibile successivamente a chi interessato ma solo dopo un bando per la riassegnazione.

Se le cose stanno realmente cosi, significa che chi subentrerebbe alla nostra attività di edicolante non sarebbe messo in condizioni di operare immediatamente.
Non è possibile effettuare, invece,  un semplice cambio d’intestazione e il nuovo titolare, come subentrante, continuerebbe  l’attività su suolo pubblico in base al diritto acquisito?
Grazie del chiarimento.
S.F. - L’Aquila 

Spese accessorie in Estratto Conto

Sono titolare di una rivendita non esclusiva ad Augusta in provincia di Siracusa.
Tre anni fa, quando effettuai la voltura a mio nome, il Distributore Locale mi fece firmare una clausola che mi obbligava a pagare 25 euro settimanali a titolo di spese accessorie per la fornitura di giornali.
Fino a qualche mese fa ho pagato regolarmente gli Estratti Conto comprensivi di queste spese accessorie, ma quando venni a conoscenza delle normative che rendono nulle le clausole che prevedono costi aggiuntivi gli ho chiesto spiegazioni in merito.
Solamente dopo un mio sollecito, e a distanza di tre mesi da una mia Pec inviatagli, ho ricevuto una sua risposta in merito. Il Distributore sostiene la legittimità dell’applicazione da parte sua di queste spese accessorie, in quanto – sostiene – previste dalla Legge 108/1999, D. Lgs 170/2001, D. ass.le Reg. Sicilia 23 Novembre 2002 e dal Contratto collettivo Nazionale, e dovute al fatto che la mia sia una rivendita non esclusiva. È realmente così?
Aspetto un chiarimento in merito.
Cordiali saluti.
C.S. – Augusta (Siracusa)

IN PRIMO PIANO

Sovrasconti di Natale: controllate le bolle

Anche se è iniziato il nuovo anno vi ricordiamo di continuare a tenere sotto controllo le pubblicazioni che il Distributore locale ha consegnato nel periodo natalizio.

Ricorsi al Giudice di Pace di Prato: punto e a capo!

Il Giudice di Pace di Prato si è pronunciato sui ricorsi avanzati da alcuni Rivenditori del pratese, a seguito della sanzione elevata dalla Guardia di Finanza (ciascuna per un importo di oltre 3.000 euro, motivata dall’assenza di autorizzazione amministrativa del vettore scelto e utilizzato dal Distributore Locale di zona per la distribuzione dei prodotti editoriali (vedi in dettaglio quanto pubblicato su Azienda Edicola n. 6/7 Luglio/Agosto).

Lombardia: al Corecom confronto sulle iniziative per uscire dalla crisi editoriale

Lo scorso 2 dicembre si è svolto un confronto presso la sede della Regione Lombardia sul tema “L’Informazione locale in Lombardia. Quali iniziative per uscire dalla crisi”. Incontro a cui ha partecipato anche il Vicepresidente dello SNAG Nazionale, Carlo Monguzzi.

ULTIMI ARTICOLI

Sovrasconti di Natale: controllate le bolle

Anche se è iniziato il nuovo anno vi ricordiamo di continuare a tenere sotto controllo le pubblicazioni che il Distributore locale ha consegnato nel periodo natalizio.

Codogno: lo SNAG incontra gli edicolanti

La sede dell’Associazione Commercio Turismo Servizi e Professioni del Basso Lodigiano (Confcommercio-Associazione territoriale del Basso Lodigiano) ha ospitato un’assemblea di rivenditori di questa zona del lodigiano.

Firenze: Cosap ridotto del 70% fino al 2022

Agevolazioni per altri tre anni sul canone di occupazione del suo pubblico per le edicole del capoluogo toscano.