sabato, 5 Dicembre 2020
Home Avvocati Antonio Di Biase

Antonio Di Biase

I PROFESSIONISTI
RISPONDONO

Avv. ANTONIO DI BIASE

Nuovo Distributore Locale e nuovi problemi

Buongiorno, ho un nuovo Distributore Locale subentrato al precedente nelle forniture dei principali Editori (Mondadori, Gedi, Bonelli etc.) che mi ha invitato a compilare un questionario per capire i quantitativi di cui avevo bisogno per riviste, fumetti, ma poi non ne ha assolutamente tenuto conto. Anzi, mi fornisce di un numero spropositato di alcuni quotidiani dei quali in 20 anni di attività non ho mai venduto neppure una copia. Alla mia richiesta di diminuzione di fornitura, o in alcuni casi di non consegnarmi più giornali che costantemente gli rendevo in quanto invenduti, mi ha risposto di non poterlo fare. Come posso fare per avere una riduzione delle pubblicazioni di quotidiani che non vendo? E.V. – Provincia di Napoli

Ottenere il rimborso di un credito

Buongiorno, il mio Distributore Locale ha chiuso da un anno circa. Purtroppo, però, ad oggi avanzo da lui un rimborso di € 156 che non mi ha accreditato. Come posso fare per ricevere tale somma? D.A. - Manduria (Taranto)

Trasformare edicola da esclusiva a non esclusiva

Buongiorno, ho una tabaccheria-ricevitoria-edicola. Siccome la mia attività prevalente non è quella di edicola, vorrei sapere come e se posso procedere per trasformare la mia rivendita di giornali, che è attualmente esclusiva, in non esclusiva, in modo tale da poter vendere solo i quotidiani. Saluti. A.R. – Benevento

Con la doppia distribuzione estratti conto più alti e rese respinte

Buongiorno, volevo chiedervi dei chiarimenti riguardo le regole che non coincidono tra un Distributore e l'altro. Fino a poco fa avevo un unico Distributore Locale, la Diffusion Press, e durante l’emergenza Covid-19, sebbene non ci fossero incassi né clienti, non era stata diminuita la fornitura di giornali e riviste. Risultato: estratti conto da 2.000 euro a fronte di incassi da 600 euro. C’era stata data solamente la facoltà di restituire alcune riviste indicate in bolla e che normalmente dovevamo, invece, tenere per forza. Dal 1° giugno è diventato operativo nella mia zona anche un altro Distributore Locale, la Testa Dora, che non ha applicato le stesse regole distributive dell’altra agenzia.  Le rese anticipate accettate da un Distributore sono respinte dall’altro. Inoltre sono aumentate le forniture da parte dalla Diffusion Press che si sommano a quelle nuove dell’agenzia Testa Dora, con la conseguenza che l’importo complessivo dei due estratti conto è diventato ampiamente superiore a quello che pagavo precedentemente. Vi chiedo, perciò, se è giusto, anche dopo la fase acuta della pandemia, che mi vengano respinti prodotti che so già di non vendere e che, quindi, metto in resa immediata. Non ho intenzione di avere in negozio prodotti che al 99% sono invendibili in un paese come quello in cui ho l’edicola. R.M. – Provincia di Napoli

Consegne con l’edicola chiusa e rischio furti

Buongiorno, quando il mio Distributore Locale trova l’edicola chiusa, scarica e lascia l’intera fornitura quotidiana incustodita davanti alla mia rivendita e se ne va. Può farlo? Come mi devo comportare in caso di furto? Non dovrebbe consegnare sempre alla stessa ora? A volte anticipa, a volte ritarda e quando anticipa molto l’orario di consegna aumenta il rischio che i prodotti editoriali consegnatimi possano essere rubati. Vi ringrazio anticipatamente per le risposte ai miei quesiti. R.M. – Taranto

Con il nuovo Distributore Locale problemi di rifornimenti

Buongiorno, ho da pochi mesi un nuovo Distributore Locale, l’agenzia Testa Dora srl, che mi ha proposto di iscrivermi gratuitamente per un mese di prova al portale i2.zero. Un servizio che, poi, avrei pagato 15 euro al mese e che il Distributore proponeva decantandone le qualità (utilizzabile per tarare le forniture e conoscerne in anticipo le quantità per ogni prodotto editoriale che mi sarebbe arrivato in edicola). Nonostante nel mese di prova abbia provato a variare le quantità fornite secondo le mie esigenze, il risultato era ben diverso: non ricevevo quello che mi serviva e ricevevo prodotti che non vendevo. Poi con l’estate, come ogni anno, Tv Sorrisi e canzoni ha proposto borse termiche allegate al giornale. Se il precedente Distributore Locale, la Diffusion Press, mi forniva adeguatamente questi prodotti editoriali con il gadget, quest’anno, invece, non ne ho avuta neanche una copia. Che logica operativa ha quest’agenzia? Fornisce le precedenti edicole che distribuiva e ignora le nuove acquisite? Vi sembra corretto questo comportamento? E.V. – Provincia di Avellino

Fornitura settimanale oltre il fabbisogno

Buongiorno, vorrei sapere se il mio Distributore Locale mi carica settimanalmente più del dovuto. Faccio un esempio: il Distributore complessivamente tra quotidiani e settimanali mi consegna giornali per un Estratto Conto di 2.000 euro, mentre mediamente personalmente riesco a venderne per 800 euro. Può farlo? Oppure posso fare un reclamo? E in che modo tutelarmi? Grazie anticipatamente per la risposta. C.M. – Siracusa

Antonio Di Biase

Fornitura settimanale oltre il fabbisogno

Buongiorno, vorrei sapere se il mio Distributore Locale mi carica settimanalmente più del dovuto. Faccio un esempio: il Distributore complessivamente tra quotidiani e settimanali mi consegna giornali per un Estratto Conto di 2.000 euro, mentre mediamente personalmente riesco a venderne per 800 euro. Può farlo? Oppure posso fare un reclamo? E in che modo tutelarmi? Grazie anticipatamente per la risposta. C.M. – Siracusa

Con il nuovo Distributore Locale problemi di rifornimenti

Buongiorno, ho da pochi mesi un nuovo Distributore Locale, l’agenzia Testa Dora srl, che mi ha proposto di iscrivermi gratuitamente per un mese di prova al portale i2.zero. Un servizio che, poi, avrei pagato 15 euro al mese e che il Distributore proponeva decantandone le qualità (utilizzabile per tarare le forniture e conoscerne in anticipo le quantità per ogni prodotto editoriale che mi sarebbe arrivato in edicola). Nonostante nel mese di prova abbia provato a variare le quantità fornite secondo le mie esigenze, il risultato era ben diverso: non ricevevo quello che mi serviva e ricevevo prodotti che non vendevo. Poi con l’estate, come ogni anno, Tv Sorrisi e canzoni ha proposto borse termiche allegate al giornale. Se il precedente Distributore Locale, la Diffusion Press, mi forniva adeguatamente questi prodotti editoriali con il gadget, quest’anno, invece, non ne ho avuta neanche una copia. Che logica operativa ha quest’agenzia? Fornisce le precedenti edicole che distribuiva e ignora le nuove acquisite? Vi sembra corretto questo comportamento? E.V. – Provincia di Avellino

Con la doppia distribuzione estratti conto più alti e rese respinte

Buongiorno, volevo chiedervi dei chiarimenti riguardo le regole che non coincidono tra un Distributore e l'altro. Fino a poco fa avevo un unico Distributore Locale, la Diffusion Press, e durante l’emergenza Covid-19, sebbene non ci fossero incassi né clienti, non era stata diminuita la fornitura di giornali e riviste. Risultato: estratti conto da 2.000 euro a fronte di incassi da 600 euro. C’era stata data solamente la facoltà di restituire alcune riviste indicate in bolla e che normalmente dovevamo, invece, tenere per forza. Dal 1° giugno è diventato operativo nella mia zona anche un altro Distributore Locale, la Testa Dora, che non ha applicato le stesse regole distributive dell’altra agenzia.  Le rese anticipate accettate da un Distributore sono respinte dall’altro. Inoltre sono aumentate le forniture da parte dalla Diffusion Press che si sommano a quelle nuove dell’agenzia Testa Dora, con la conseguenza che l’importo complessivo dei due estratti conto è diventato ampiamente superiore a quello che pagavo precedentemente. Vi chiedo, perciò, se è giusto, anche dopo la fase acuta della pandemia, che mi vengano respinti prodotti che so già di non vendere e che, quindi, metto in resa immediata. Non ho intenzione di avere in negozio prodotti che al 99% sono invendibili in un paese come quello in cui ho l’edicola. R.M. – Provincia di Napoli

Consegne con l’edicola chiusa e rischio furti

Buongiorno, quando il mio Distributore Locale trova l’edicola chiusa, scarica e lascia l’intera fornitura quotidiana incustodita davanti alla mia rivendita e se ne va. Può farlo? Come mi devo comportare in caso di furto? Non dovrebbe consegnare sempre alla stessa ora? A volte anticipa, a volte ritarda e quando anticipa molto l’orario di consegna aumenta il rischio che i prodotti editoriali consegnatimi possano essere rubati. Vi ringrazio anticipatamente per le risposte ai miei quesiti. R.M. – Taranto

Nuovo Distributore Locale e nuovi problemi

Buongiorno, ho un nuovo Distributore Locale subentrato al precedente nelle forniture dei principali Editori (Mondadori, Gedi, Bonelli etc.) che mi ha invitato a compilare un questionario per capire i quantitativi di cui avevo bisogno per riviste, fumetti, ma poi non ne ha assolutamente tenuto conto. Anzi, mi fornisce di un numero spropositato di alcuni quotidiani dei quali in 20 anni di attività non ho mai venduto neppure una copia. Alla mia richiesta di diminuzione di fornitura, o in alcuni casi di non consegnarmi più giornali che costantemente gli rendevo in quanto invenduti, mi ha risposto di non poterlo fare. Come posso fare per avere una riduzione delle pubblicazioni di quotidiani che non vendo? E.V. – Provincia di Napoli