martedì, 13 Aprile 2021
Home Editoriale del Presidente

Editoriale del Presidente

Il futuro dell’Editoria non è solo digitale

L’Editoria deve avere il giusto e necessario sostegno, cartaceo e digitale sono destinati a coesistere e nessuno, all’interno della filiera, deve essere lasciato indietro. Sono parole rassicuranti quelle pronunciate dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Giuseppe Moles, alla sua prima audizione in Commissione Cultura.

Avanti tutta con le riforme

Siamo all’inizio di un nuovo capitolo per il nostro Paese. I “costruttori” evocati dal Presidente della Repubblica nel suo discorso di fine anno sono all’opera.

Anno nuovo, nuovi traguardi

Dopo un 2020 terribile, il 2021 non poteva iniziare in modo peggiore: terza ondata di COVID, aggravata dalla diffusione di varianti del virus ancora più contagiose, e crisi di Governo che nel momento in cui scrivo non ha ancora trovato una soluzione.

Non lasciamo passare una crisi invano

Alla fine di un anno funesto per l’umanità intera, destinato a fare da spartiacque tra il mondo prima del Covid e il mondo dopo...

Se anche gli Editori vogliono edicole più moderne…

La seconda ondata di contagi ci è piombata addosso come uno tsunami. Nel giro di un paio di settimane lo scenario è drammaticamente peggiorato, in un clima sociale che si fa sempre più teso e incerto tra coprifuoco annunciati e la paura di finire in un altro lockdown.

EDITORIALI DEL PRESIDENTE

Il futuro dell’Editoria non è solo digitale

L’Editoria deve avere il giusto e necessario sostegno, cartaceo e digitale sono destinati a coesistere e nessuno, all’interno della filiera, deve essere lasciato indietro. Sono parole rassicuranti quelle pronunciate dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Giuseppe Moles, alla sua prima audizione in Commissione Cultura.

Avanti tutta con le riforme

Siamo all’inizio di un nuovo capitolo per il nostro Paese. I “costruttori” evocati dal Presidente della Repubblica nel suo discorso di fine anno sono all’opera.

Anno nuovo, nuovi traguardi

Dopo un 2020 terribile, il 2021 non poteva iniziare in modo peggiore: terza ondata di COVID, aggravata dalla diffusione di varianti del virus ancora più contagiose, e crisi di Governo che nel momento in cui scrivo non ha ancora trovato una soluzione.

Non lasciamo passare una crisi invano

Alla fine di un anno funesto per l’umanità intera, destinato a fare da spartiacque tra il mondo prima del Covid e il mondo dopo...

Se anche gli Editori vogliono edicole più moderne…

La seconda ondata di contagi ci è piombata addosso come uno tsunami. Nel giro di un paio di settimane lo scenario è drammaticamente peggiorato, in un clima sociale che si fa sempre più teso e incerto tra coprifuoco annunciati e la paura di finire in un altro lockdown.