lunedì, 14 Giugno 2021
Home Editoriale del Presidente

Editoriale del Presidente

L’edicola digitale piace anche a Moles

In un’Italia che sta provando a ripartire dopo quasi un anno e mezzo di pandemia e di restrizioni, il mondo dell’informazione resta in fremente attesa di risposte, di riforme e di risorse in grado di assicurare una dignitosa sopravvivenza e un possibile rilancio.

È tempo di scelte audaci

L’Italia sta per riaccendere i motori. Mentre la macchina dei vaccini sta prendendo velocità, il Paese si prepara gradualmente a riaprire. Un “rischio ragionato”, come lo ha definito il premier Draghi, per dare una boccata d’ossigeno ad un’economia ormai vicina al collasso e ad una larga fetta di popolazione ormai prossima alla disperazione.

Il futuro dell’Editoria non è solo digitale

L’Editoria deve avere il giusto e necessario sostegno, cartaceo e digitale sono destinati a coesistere e nessuno, all’interno della filiera, deve essere lasciato indietro. Sono parole rassicuranti quelle pronunciate dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Giuseppe Moles, alla sua prima audizione in Commissione Cultura.

Avanti tutta con le riforme

Siamo all’inizio di un nuovo capitolo per il nostro Paese. I “costruttori” evocati dal Presidente della Repubblica nel suo discorso di fine anno sono all’opera.

Anno nuovo, nuovi traguardi

Dopo un 2020 terribile, il 2021 non poteva iniziare in modo peggiore: terza ondata di COVID, aggravata dalla diffusione di varianti del virus ancora più contagiose, e crisi di Governo che nel momento in cui scrivo non ha ancora trovato una soluzione.

EDITORIALI DEL PRESIDENTE

L’edicola digitale piace anche a Moles

In un’Italia che sta provando a ripartire dopo quasi un anno e mezzo di pandemia e di restrizioni, il mondo dell’informazione resta in fremente attesa di risposte, di riforme e di risorse in grado di assicurare una dignitosa sopravvivenza e un possibile rilancio.

È tempo di scelte audaci

L’Italia sta per riaccendere i motori. Mentre la macchina dei vaccini sta prendendo velocità, il Paese si prepara gradualmente a riaprire. Un “rischio ragionato”, come lo ha definito il premier Draghi, per dare una boccata d’ossigeno ad un’economia ormai vicina al collasso e ad una larga fetta di popolazione ormai prossima alla disperazione.

Il futuro dell’Editoria non è solo digitale

L’Editoria deve avere il giusto e necessario sostegno, cartaceo e digitale sono destinati a coesistere e nessuno, all’interno della filiera, deve essere lasciato indietro. Sono parole rassicuranti quelle pronunciate dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Giuseppe Moles, alla sua prima audizione in Commissione Cultura.

Avanti tutta con le riforme

Siamo all’inizio di un nuovo capitolo per il nostro Paese. I “costruttori” evocati dal Presidente della Repubblica nel suo discorso di fine anno sono all’opera.

Anno nuovo, nuovi traguardi

Dopo un 2020 terribile, il 2021 non poteva iniziare in modo peggiore: terza ondata di COVID, aggravata dalla diffusione di varianti del virus ancora più contagiose, e crisi di Governo che nel momento in cui scrivo non ha ancora trovato una soluzione.